fbpx

8 consigli per far funzionare il neuromarketing gastronomico nel tuo ristorante

8 trucchi affinchè il neuromarketing gastronomico funzioni nel tuo ristorante.

Il neuromarketing gastronomico è un insieme di strumenti e strategie applicabili nel servizio del tuo ristorante, il suo obiettivo è quello di dare priorità ai commensali attuali e potenziali. Questo tipo di marketing per i ristoranti permette di riconoscere come sono i clienti che servite e concentrare il servizio su di loro.

Continuate a leggere e scoprite gli 8 trucchi più efficaci per far funzionare con successo il neuromarketing gastronomico nel vostro locale.

Neuromarketing gastronomico. Cos’è?

Il neuromarketing gastronomico è un settore del marketing basato sul processo di scelta di un ristorante e del cibo che i clienti consumano. Dopo il suo studio, si ottengono risultati che facilitano la progettazione di profili di consumatori per applicare strategie di marketing che possono aiutarvi a trovare nuovi clienti.

Attraverso il neuromarketing di un ristorante, vengono valutati aspetti come i piatti più venduti, i sapori, le presentazioni, identificando le opportunità di miglioramento per andare oltre.

Di seguito, elenchiamo 8 strategie di neuromarketing gastronomico che vi aiuteranno a migliorare l’efficacia delle vostre azioni di marketing, sia nell’ambiente digitale che offline.

Strategie di base per costruire il menu del tuo ristorante

Il menu del ristorante è uno dei primi contatti che il cliente ha con il locale, non lasciarlo da parte nelle tue strategie. È importante applicare il neuromarketing in ogni elemento del tuo ristorante, sfruttando al massimo ogni spazio e canale del tuo business.

Sapevi che puoi fare il menu del tuo ristorante usando il neuromarketing? Ecco alcuni consigli che potete mettere in pratica.

Come primo punto, bisogna fare attenzione quando si stabiliscono i prezzi di ogni piatto . È un errore ordinare il menu in base al prezzo, cioè dal più economico al più caro. Questo indurrà la gente a comprare le opzioni più economiche e non ciò che vuole consumare. Ordinateli come volete, ma non per prezzo.

Un altro aspetto importante è che i clienti vogliono avere più informazioni su ogni piatto, quindi mettere una descrizione breve e coincisa di ogni piatto li motiverà a ordinarlo. Non dimenticare di avere un menu accattivante, con immagini o un design secondo lo stile del tuo ristorante. Con la vista catturerete i commensali e li motiverete a consumare.

>  Sicurezza alimentare negli imballaggi di plastica: su cosa si basa?

Neuromarketing gastronomico oltre il menu

Il neuromarketing gastronomico è la migliore alternativa per migliorare l’influenza del tuo locale. Come si può intuire, non è solo applicabile al menu del vostro ristorante.

Prendete nota di questi trucchi di neuromarketing gastronomico e di come possono influenzare il servizio del vostro ristorante, in modo che siate incoraggiati ad applicarli nel vostro locale.

Importanza della scrittura persuasiva

La scrittura persuasiva all’interno del neuromarketing è importante per generare sentimenti ed emozioni nei clienti mentre leggono il menu del tuo ristorante. Usando parole che descrivono i sapori e gli odori di ogni piatto, i clienti li immagineranno e saranno curiosi di provarli.

Una buona idea è quella di scrivere una breve storia, di poche righe, che spieghi la sensazione che il tuo cliente proverà dal primo morso del tuo piatto

Sfrutta la denominazione d’origine dei tuoi prodotti

Per i commensali, la denominazione d’origine dei vostri prodotti è sinonimo di cibo di qualità, fresco e naturale.

Informa sul menu di ciascuno degli ingredienti che compongono ogni piatto. Se qualcuno di loro ha una denominazione d’origine, approfittane! I vostri clienti sapranno di essere in un ristorante che prende le cose sul serio.

Indica ciò che vuoi che vedano

La raccomandazione è che tu strutturi il tuo menu in modo da condurre i tuoi clienti al contenuto che vuoi che vedano. Usate le aree che tendono ad essere viste per prime sul menu per mettere i piatti e le bevande più richieste, così come le specialità o i suggerimenti del giorno.

Le“zone calde” sono l’inizio e la fine di ciascuna delle sezioni del menu del tuo ristorante.

Neuromarketing e porzioni

Un’altra strategia di neuromarketing è quella di collocare varie dimensioni di porzioni nel menu del ristorante. Avendo una porzione grande, media e piccola, i clienti hanno più opzioni per ordinare, a seconda della loro capacità di acquisto e della quantità di fame.

Generalmente, scelgono le porzioni medie perché sono più economiche senza sapere la porzione che hanno ordinato. Allo stesso tempo, sono più redditizie delle altre.

Immagini professionali

Fai uso di immagini professionali all’interno del menu del tuo ristorante che evidenziano la qualità dei piatti che offri. Assicurati che le foto catturino ogni dettaglio, consistenza e colore del piatto. Nel neuromarketing gastronomico, le immagini sono della massima importanza per convincere i commensali.

>  Quante calorie ha la pizza più divina

La cosa migliore è che si possono aggiungere foto dei piatti sul menu fisico e sul sito web, in modo che chiunque possa vederli e avere una migliore possibilità di attrazione.

Presta attenzione al modo in cui si guarda il menu

Sulla base di studi precedenti di neuromarketing gastronomico, i clienti prestano più attenzione a certe aree del menu, come abbiamo detto prima. Per esempio, l’alto a sinistra e il basso a destra sono quelli che ricevono più attenzione.

Se il cameriere presta attenzione a come i commensali guardano il menu quando ordinano, è più facile per voi mettere le voci importanti sul menu in quelle zone.

Dimentica i menu senza peso

Il peso del menu di un ristorante è importante, perché ha un significato tra i clienti. Nel neuromarketing è importante che il menu di un ristorante abbia un peso moderato, non pesante e ingestibile.

Se è troppo leggero, la gente non gli dà grande importanza. D’altra parte, se ha un peso non eccessivo, dà l’impressione di essere un ristorante elegante

Anche i caratterei tipografici sono persuasivi

Il carattere tipografico che usi è importante per generare una reazione favorevole tra i tuoi commensali. Per la sezione salata, i caratteri angolari sono raccomandati. Per la sezione dessert, usa caratteri arrotondati.

Se vuoi dare enfasi al menu, usa caratteri in corsivo. In nessun caso dovresti usare caratteri difficili da leggere o che non si adattano allo stile del tuo ristorante.

Scegliere colori che abbiano un senso

I colori sono anche un elemento eccellente nel neuromarketing gastronomico per trasmettere emozioni ai commensali. Se si usano colori forti come il rosso, l’arancione o il giallo, aumenta l’appetito dei clienti. Al contrario, il blu tende a ridurre l’appetito.

Per creare un’atmosfera naturale e sana, il verde e il marrone sono le tonalità giuste.

Monouso: Prodotti per utilizzare il neuromarketing gastronomico

Una delle ragioni per cui i clienti decidono di ordinare nel tuo ristorante è la qualità e lo stile di ogni elemento, compresi i piatti, l’imballaggio, i tovaglioli, le uniformi dei camerieri, tutto influenza la decisione.

Su Monouso, il nostro negozio online, troverete un catalogo pieno di prodotti per il settore alberghiero e della ristorazione e per i ristoranti come il vostro. Troverete prodotti come piatti, vassoi, bicchieri, contenitori e posate che hanno come emblema la qualità e l’economia. Potete scegliere ciascuno dei nostri prodotti nei colori, nelle dimensioni, nelle forme e nelle quantità che desiderate secondo le necessità del vostro stabilimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BASIC DATA PROTECTION INFORMATION

Responsible: Envalia Group, S.L.

Purpose: Gestionar las solicitudes realizadas a través del sitio web, enviar comunicaciones comerciales y, en su caso, compras en línea.

Legitimation: Consentimiento del interesado.

Recipients: Los datos sólo se transmiten a los proveedores que tienen una relación contractual con Monouso.

Rights: Acceso a, Corrección, cancelación, oposición y otros derechos como se explica en la “Información adicional”.

Additional information: You can find additional and detailed information on data protection in our privacy policy