fbpx

L’infezione di origine alimentare: le cause più comuni e come prevenirla

Infección alimentaria: causas más comunes y cómo prevenirla

Ha mai avuto un’infezione di origine alimentare?

Una delle principali fonti di malattia presenti nell’uomo è rappresentata dalle infezioni alimentari, cioè la maggior parte delle nostre malattie entra attraverso la bocca.

Sono causati dall’esposizione o dal contatto di microrganismi come batteri, virus, parassiti e protozoi con il cibo da mangiare.

I microrganismi di questo tipo, utilizzando il cibo come veicolo, entrano nel nostro corpo, si moltiplicano, prendono il controllo e causano infezioni alimentari.

Per saperne di più sul concetto di infezione di origine alimentare, sulle sue cause e su come prevenirla, continuate a leggere, informazioni che saranno senza dubbio molto utili.

Che cos’è l’infezione alimentare?

¿Qué es la infección alimentaria?

Il concetto di infezione di origine alimentare si basa sulla malattia che si verifica in un individuo a causa dell’ingestione di microrganismi vivi che sono venuti a contatto con il cibo.

L’infezione di origine alimentare provoca effetti negativi sulla salute umana. Secondo l’agente di origine, ha caratteristiche particolari che la differenziano, alcune essendo più forti di altre.

Gli agenti che causano un’infezione di origine alimentare sono batteri, virus, parassiti, protozoi e funghi.

Cause delle infezioni di origine alimentare

Causas de las infecciones alimentarias

Ci sono varie cause che portano a infezioni alimentari, producendo effetti dannosi che incidono notevolmente sulla nostra salute, rompendo l’equilibrio naturale del suo funzionamento.

Le principali cause delle infezioni di origine alimentare sono

  • Contaminazione incrociata: mediante il trasferimento di microrganismi nocivi da una superficie all’altra
  • Cibo non pastorizzato: mangiare cibo che non ha subito processi di pastorizzazione è l’ideale per la proliferazione di microrganismi che possono influire sulla nostra salute.
  • Manipolazione impropria degli alimenti: dove le catene del freddo, i tempi di cottura e le misure igieniche non sono rispettate nella preparazione dei cibi.

Sintomi di infezioni di origine alimentare

Síntomas de las infecciones alimentarias

I sintomi delle infezioni di origine alimentare sono molto vari e sono legati al microrganismo che è riuscito ad entrare e a proliferare nella nostra storia.

Tuttavia, in un’infezione alimentare i sintomi che si presentano più frequentemente nel nostro corpo sono

  • Nausea
  • Vomito.
  • Mal di stomaco
  • Colica

Infezioni alimentari più comuni

Infecciones alimentarias más comunes

In seguito, esamineremo le infezioni alimentari che possono colpirci in qualsiasi momento e che, per la maggior parte, si verificano con maggiore frequenza.

Salmonellosi

Causata da un bacillo che si trasmette dalle feci umane o animali ad altre persone, la Salmonellosi è una malattia che si scatena tra le 8 e le 72 ore dopo aver mangiato il cibo contaminato.

I sintomi causati da questa infezione di origine alimentare sono: febbre, nausea, brividi, mal di testa, mal di testa, dolori addominali e diarrea.

>  Scopri di cosa sono fatte le posate biodegradabili

I sintomi di questa infezione batterica di origine alimentare scompaiono entro 7 giorni dall’insorgenza.

Ci sono due tipi di salmonella responsabili di causare infezioni di origine alimentare negli esseri umani:

  1. Salmonella typhimudium.
  2. Salmonella Enteritidis.

Escherichia coli

L’infezione alimentare da batteri come l’Escherichia coli si verifica di solito 2-3 giorni dopo aver mangiato il cibo contaminato.

Questo tipo di condizione provoca dolore addominale accompagnato da feci liquide e sanguinolente.

Questo batterio è presente nell’intestino dell’uomo e degli animali, e il bestiame è il principale serbatoio.

Di solito, questa infezione di origine alimentare si trasmette mangiando carne di manzo poco cotta.

Stafilococco aureo

Lo stafilococco aureo è un batterio in grado di incidere sul tratto intestinale, tra l’altro, a causa dell’ingestione di enterotossina stafilococcica.

Questa infezione di origine alimentare provoca sintomi come sensazioni di disagio, nausea, vomito e dolore addominale.

Tuttavia, non respingere questo tipo di infezione alimentare, che può diventare grave e portare a problemi di salute più gravi come i cambiamenti di pressione sanguigna e aritmia cardiaca.

Listeriosi

L’infezione alimentare con il batterio della listeria monocytogenes causa gastroenteriti dovute al consumo di alimenti crudi come il formaggio fresco o alimenti trasformati come le salsicce.

La Listeria monocytogenes è un batterio resistente in ambienti sfavorevoli che si può trovare nelle verdure crude, nel pesce fresco, nel pollame e persino nel gelato.

Può causare sintomi come torcicollo, mal di testa, perdita di equilibrio, confusione e persino convulsioni.

Questa infezione di origine alimentare è la causa della malattia più grave nei bambini, nelle donne incinte e negli anziani.

Botulismo

L’infezione alimentare prodotta dal Clostridium botulinum causa una malattia che per azione di una potente neurotossina provoca il botulismo.

I casi di botulismo sono rari, ma se non vengono trattati in tempo e correttamente possono causare perdite irreparabili.

In questa infezione alimentare i sintomi più comuni sono sintomi come la visione doppia, la paralisi progressiva del sistema respiratorio, la difficoltà di parlare e di deglutire.

In presenza di questa infezione di origine alimentare, una delle cause di morte più comuni nei pazienti affetti da botulismo è l’insufficienza respiratoria.

Campilobatteriosi

La campilobatteriosi è un’infezione di origine alimentare causata dal Campylobacter jejuni.

Tra i sintomi di questa infezione alimentare abbiamo:

  • Mal di testa.
  • Vomito.

Questi di solito diventano evidenti da 2 a 5 giorni dopo che il cibo contaminato è stato consumato.

Questa infezione di origine alimentare si diffonde da persona a persona entrando in contatto con le feci della persona infetta.

Clostridium perfringes

Il Clostridium perfringes si trova nell’ambiente, nell’intestino degli esseri umani, degli animali selvatici e domestici.

L’infezione alimentare causata da questo batterio si verifica a causa della scarsa manutenzione del cibo cotto, che aumenta i livelli di tossicità durante il raffreddamento e la conservazione del cibo.

>  Cos'è un drunch e perché utilizzarlo nel vostro ristorante

I sintomi di questa infezione di origine alimentare iniziano 8-12 ore dopo il consumo del cibo.

Nelle infezioni di origine alimentare, sintomi come vomito, dolori addominali e diarrea si manifestano per un giorno o due.

Bacillo cereus

L’infezione alimentare da Bacillus cereuss è dovuta alla produzione di tossine che provoca due tipi di condizioni:

  • Infezione da parte delle spore che producono enterotossine.
  • Intossicazione da tossine emetiche.

Questa infezione di origine alimentare si trasmette alle persone attraverso il consumo di alimenti contaminati a causa di un’igiene inadeguata nelle pratiche di lavorazione e conservazione.

L’infezione alimentare da batteri Bacillus cereus produce sintomi come vomito e diarrea, che di solito iniziano entro 5 ore dal consumo del cibo contaminato.

Come prevenire le infezioni di origine alimentare?

¿Cómo prevenir las infecciones alimentarias?

Prevenire le infezioni di origine alimentare è compito di tutti, e ridurre gli effetti di questi agenti nocivi sulla salute è la nostra sfida.

Queste sono alcune delle raccomandazioni che vi aiuteranno a prevenire le infezioni di origine alimentare:

  • Lavaggio frequente degli utensili e delle superfici per la lavorazione degli alimenti, così come il corretto lavaggio delle mani prima di maneggiare gli alimenti e dopo l’uso della toilette.
  • Quando si fa la spesa, tenere separati gli alimenti crudi da quelli pronti per evitare la contaminazione incrociata.
  • Assicuratevi di cuocere il cibo ad una temperatura adeguata.
  • A seconda dei casi, refrigerare o congelare gli alimenti deperibili per conservarli correttamente.
  • Scongelare in modo sicuro gli alimenti conservati nel congelatore o utilizzando la funzione di sbrinamento a microonde.
  • Evitare il consumo di latte crudo e di prodotti non pastorizzati.

Quando andare dal medico?

¿Cuándo acudir al médico?

Quando si hanno i sintomi di un’infezione di origine alimentare, è necessario recarsi al servizio sanitario o rivolgersi a un medico, soprattutto quando si hanno sintomi gravi come

  • Febbre alta.
  • Vomito frequente.
  • Sangue nelle feci
  • Segni di disidratazione.
  • Diarrea per più di 3 giorni.

Tenere l’infezione alimentare fuori dalla cucina

Aleja la infección alimentaria de tu cocina

Se gestite un ristorante, la cucina di un hotel, offrite servizi di catering o siete appassionati di cucina, non volete far ammalare nessuno dei vostri ospiti o commensali.

Vi invitiamo a visitare il nostro negozio online, Monouso, dove troverete i prodotti necessari per realizzare la vostra passione con la sicurezza che richiede.

Nella nostra sezione prodotti per l’igiene troverete articoli per disinfettare le mani e mantenere le superfici asciutte evitando le zone umide in cucina, ideali per la proliferazione di questo tipo di batteri.

Potete anche visitare la nostra categoria di abbigliamento monouso, dove troverete guanti, cappelli, grembiuli, grembiuli, camici monouso e qualsiasi altro prodotto monouso.

Vi aspettiamo nel nostro negozio online, dove saremo lieti di assistervi, offrendovi i migliori consigli per aiutarvi a mantenere la vostra cucina al sicuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BASIC DATA PROTECTION INFORMATION

Responsible: Envalia Group, S.L.

Purpose: Gestionar las solicitudes realizadas a través del sitio web, enviar comunicaciones comerciales y, en su caso, compras en línea.

Legitimation: Consentimiento del interesado.

Recipients: Los datos sólo se transmiten a los proveedores que tienen una relación contractual con Monouso.

Rights: Acceso a, Corrección, cancelación, oposición y otros derechos como se explica en la “Información adicional”.