fbpx

IVA nei ristoranti: Guida definitiva

Guida definitiva: IVA per ristoranti

L’IVA nei ristoranti è un aspetto importante per ogni impresa in Spagna. Per questo motivo, non ci dovrebbero essere dubbi su questo argomento.

I ristoranti e altre attività alberghiere applicano un tipo specifico di tassa, ma cosa succede se voglio applicare un altro tipo di tassa nel ristorante? Quali prodotti devono essere tassati? Applico l’IVA a tutto?

Insistiamo, l’IVA nei ristoranti è un argomento che non dovrebbe creare alcun dubbio e per chiarire ogni possibile dubbio, vi invitiamo a leggere questo post.

IVA per i ristoranti. Cos’è?

L’imposta sul valore aggiunto, meglio conosciuta come IVA, è un tipo di imposta indiretta che viene applicata sul valore dei prodotti che vendi nel tuo ristorante.

Le imposte indirette sono imposte che vengono addebitate sul consumo di prodotti o servizi che vengono consumati. Come potete vedere, i ristoranti rientrano in questa definizione

L’IVA nei ristoranti è comunemente il 10%, cioè l’IVA ridotta. Ma questo potrebbe variare se lo stabilimento è soggetto ad alcune eccezioni alla regola.

Essendo un’imposta indiretta, l’IVA nei ristoranti non viene considerata nella dichiarazione dei redditi del ristorante, ma viene addebitata dal ristorante sulla fattura alla fine del consumo di ogni prodotto o servizio.

Radiografia dell’IVA per i ristoranti

L’IVA nei ristoranti è una questione complessa, perché sono imprese che vendono prodotti e servizi che hanno diversi tipi di imposta sul valore aggiunto.

Si può consumare del pane, che è soggetto all’IVA al 4%, o un bicchiere di vino, che è soggetto al 21%, perché è alcol. Tuttavia, nel ristorante tutto è tassato al 10% di IVA, rendendo un po’ più facile l’applicazione della regola.

>  Come servire correttamente il gelato

Ma la più grande possibilità di confusione è quando troviamo i servizi misti di ristoro e di ricreazione nello stesso luogo.

Come stabilire quale IVA si applica?

Tutto dipenderà dall’attività principale nel momento in cui il servizio misto viene reso.

Vediamo un esempio che chiarisce tutto.

Se un ristorante ha musica dal vivo, il 10% sarà l’IVA applicata, poiché il servizio principale è il ristorante.

D’altra parte, una sala da concerto dove si offre un servizio di ristorazione, l’IVA sarà calcolata al 21% perché il motivo principale è il concerto e non il cibo che -in questo caso- viene offerto come accompagnamento.

Aliquote IVA per i ristoranti

L’IVA si divide in tre aliquote: normale, ridotta e minima . Ciascuna delle aliquote IVA è destinata a diverse attività economiche.

Tuttavia, ogni azienda è obbligata a informare chiaramente i clienti sull’aliquota IVA applicata nel ristorante

IVA normale

L’IVA normale si applica al 21% su qualsiasi tipo di attività, compresi alcuni stabilimenti gastronomici.

Questa aliquota IVA è utilizzata in qualsiasi transazione che comporta l’acquisto di beni o servizi.

IVA ridotta

L’IVA ridotta si applica al 10% ed è generalmente utilizzata dalle imprese del settore dell’ospitalità.

Si usa anche per le transazioni di prodotti sanitari come medicine o protesi, il pagamento di servizi come l’acqua, prodotti d’allevamento e dell’agricoltura, ottici o pagamenti nel settore immobiliare.

IVA minima

L’IVA minima si applica al 4% ed è usata per pagare i prodotti classificati come beni di prima necessità.

Questi prodotti e servizi includono medicine, assistenza personale e alloggi sociali

È possibile dedurre questa tassa nei ristoranti?

Per legge, l’IVA nei ristoranti può essere dedotta solo nei casi che sono legati all’attività professionale dello stabilimento.

>  Come allestire un tavolo da banchetto

È possibile dedurre l’IVA nei ristoranti quando si pianifica un pranzo d’affari con possibili fornitori o clienti della vostra azienda.

Per fare questo, è necessario conservare la fattura di pagamento e provare che il pasto è stato tenuto per scopi commerciali.

D’altra parte, una cena tra colleghi di lavoro non può essere dedotta. Questo perché sono al di fuori dell’orario di lavoro e non hanno nulla a che fare con gli scopi aziendali.

Dovete includere l’IVA nel menu?

Per informare i clienti, l’IVA nei ristoranti deve essere inclusa nel menu e nel conto del ristorante.

Tenendo conto della legge 44/2006 del 29 dicembre, invece di mettere i prezzi senza IVA e indicare la percentuale di IVA che il tuo ristorante applica, devi mettere il prezzo con l’imposta inclusa.

In questo modo, i clienti sapranno – più facilmente – il totale da pagare e non incorreranno in violazioni della legge.

Prodotti che non possono mancare nel tuo ristorante

Il tuo ristorante deve essere dotato di prodotti per il settore alberghiero e della ristorazione che siano certificati e abbiano una garanzia di qualità.

Nel nostro negozio online, Monouso, offriamo stoviglie, imballaggi e forniture in generale per soddisfare le esigenze della tua attività, permettendoti di offrire un servizio di qualità a tutti i tuoi clienti.

All’interno del nostro catalogo troverete prodotti in plastica e opzioni biodegradabili, in modo che la vostra scelta vada di pari passo con lo stile della vostra attività di ristorazione.

La cosa migliore è che una volta effettuato l’ordine, bisogna aspettare solo tra le 72 e le 96ore afinchè arrivi all’indirizzo di vostra convenienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BASIC DATA PROTECTION INFORMATION

Responsible: Envalia Group, S.L.

Purpose: Gestionar las solicitudes realizadas a través del sitio web, enviar comunicaciones comerciales y, en su caso, compras en línea.

Legitimation: Consentimiento del interesado.

Recipients: Los datos sólo se transmiten a los proveedores que tienen una relación contractual con Monouso.

Rights: Acceso a, Corrección, cancelación, oposición y otros derechos como se explica en la “Información adicional”.

Additional information: You can find additional and detailed information on data protection in our privacy policy